Prezzi ridotti! Brunello di Montalcino Collelceto 2013 Visualizza ingrandito

Brunello di Montalcino Collelceto 2013

50516422

Brunello di buona profondità e intensità, con unghia che denota il sintomo dell'invecchiamento, che vira verso il color cotto e granata sul finire. Profumi molto intensi, terziarizzati da un affinamento riducente che amplifica le note di tabacco e lavanda, tipiche dei Sangiovese di grande stoffa.

30.5 30,50 €

-8,00 €

38,50 €

Dettagli

Denominazione Brunello di Montalcino
Classificazione DOCG
Tipo d'uva Sangiovese Grosso Brunello
Zona di produzione Montalcino
Annata 2013
Formato Bottiglia 75 cl
Gradazione 13,50% vol.
Abbinamenti Arrosti, Carni Rosse, Selvaggina
Affinamento in botte Lungo
Corpo Corposo
Sentore Speziato
Temperatura servizio 18°-20°C
Nazione Italia
Regione Toscana

Più informazioni

Descrizione del Brunello di Montalcino Collelceto

Recensione del nostro Esperto Vino

Caratteristiche dei suoli: I suoli da cui prende origine il Brunello di Montalcino sono costituiti da matrici franco-argillose. con ricchezza di scheletro, caratteristica che riesce a conferire nelle ultime fasi di maturazione un moderato stress idrico.

Altitudine e pendenza: I vigneti sono situati a 130 m. sl.m. con pendenze variabili tra il 5% e il 10% ed esposizione sud-ovest.

Uve impiegate: Sangiovese grosso 100%

Sistema di allevamento: Cordone speronato

Densità di impianto: 4500 ceppi/ha

Tecnica di produzione: Le uve, raccolte a fine settembre - inizio ottobre. subiscono una pigiatura soffice, fermentazione in acciaio inox a temperatura controllata di 25-28°C ed estrazione dei composti nobili della buccia con l'ausilio di periodici rimontaggi e delestage. La macerazione sulle bucce ha una durata variabile dai 18 ai 21 giorni. Il vino viene invecchiato per 24 mesi in botti di taglia media e tonneaux. Prima della commercializzazione il vino viene affinato per 8-10 mesi in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche: Rosso di buona profondità e intensità, con unghia che denota il sintomo dell'invecchiamento, che vira verso il color cotto e granata sul finire. Profumi molto intensi, terziarizzati da un affinamento riducente che amplifica le note di tabacco e lavanda, tipiche dei Sangiovese di grande stoffa. Entrata morbida e ricca, con struttura molto buona, ampio e lungo dal finale molto persistente. Si ritrovano pienamente espresse anche in bocca le sensazioni aromatiche olfattive, con un apporto di legno equilibrato e volto ad esaltare gli aromi varietali del vitigno.

Abbinamenti gastronomici: L'elevata struttura del vino lo rende idoneo a confrontarsi con le migliori pietanze a base di cacciagione,aromatiche e ricche di sapore. Si sposa bene anche con formaggi stagionati.

Longevità: Grazie alla competa maturazione fenolica della buccia, il vino esalta la pienezza e la morbidezza del tannino dal momento della sua commercializzazione fino a diversi anni di affinamento in bottiglia, così come per il corredo aromatico.


DATI STORICI: Collelceto si differenzia dalle altre aziende della zona per la sua storia. E questa, a sua volta, è legata alla sua singolare ubicazione. Quando, ai primi del '900, la famiglia Palazzesi acquistò una proprietà a sudovest di Montalcino, lo storico paese posto su un colle sovrastante la Val d'Orcia non aveva ancora alcuna nomea per il vino. Anzi, chi riusciva ad affrancarsi dalla povertà rurale lo faceva coltivando cereali e allevando bestiame. Il vino si faceva, certo, ma solo per il consumo famigliare.
Per l'agricoltura che intendeva sviluppare, il bisnonno di Elia aveva individuato terreni ricchi di argilla, di sabbia e scheletro, a una certa distanza dal paese, a circa 150-180 metri sopra il livello del mare. La tenuta si apriva su una larga gola del fiume Ombrone, veicolo del vento temperato che soffiava dalla costa. Alle spalle, una catena di colline boscose abbracciava i campi previsti per le coltivazioni, offrendo protezione dalle intemperie.
A quasi cent'anni da quell'iniziale impresa agricola, Elia ha intuito che i fattori naturali individuati dal bisnonno promettevano bene anche per la viticultura, per di più a regime biologico. Già nel 1985 il padre aveva piantato 2 ettari di vigna, e tra il 1997 e il 2000 Elia ne ha aggiunto altri 5.



Recensioni

Scrivi una recensione

Brunello di Montalcino Collelceto 2013

Brunello di Montalcino Collelceto 2013

Brunello di buona profondità e intensità, con unghia che denota il sintomo dell'invecchiamento, che vira verso il color cotto e granata sul finire. Profumi molto intensi, terziarizzati da un affinamento riducente che amplifica le note di tabacco e lavanda, tipiche dei Sangiovese di grande stoffa.

30 altri prodotti della stessa categoria: